All’interno del Comando dei carabinieri, una stanza attrezzata e confortevole, grazie al Soroptimist International Club Valle Umbra, alla disponibilità del comandante Angelo Zizzi e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno

FOLIGNO (Perugia) – Il Soroptimist International Club Valle Umbra ha promosso la realizzazione di un’aula protetta per l’audizione delle donne e minori che denunciano violenze e abusi.

Si tratta di un progetto che il Club Valle Umbra ha potuto concretizzare con la disponibilità del Comandante della Compagnia Carabinieri di Foligno e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno che ne hanno riconosciuto l’elevato valore sociale offrendo così un’immagine corale al servizio della comunità locale.
La stanza, la numero 100 nel panorama nazionale, consiste in un ambiente funzionale e confortevole, utile per ritrovare, partendo da situazioni tanto drammatiche, dignità e rispetto. Rendere una testimonianza in un ambiente riservato, accogliente ma al tempo stesso dotato dell’attrezzatura necessaria affinché la testimonianza resa sia legalmente utilizzabile è ora possibile grazie alla realizzazione di tali apposite sale dedicate all’interno di numerosi comandi dell’Arma sull’intero territorio nazionale.
L’Arma ha preparato personale specializzato deputato all’ascolto della denuncia; il Soroptimist International d’Italia ha investito le sue energie per fare in modo che la bravura del personale possa trovare un contesto sinergico per raggiungere il risultato e la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ha nuovamente testimoniato la sua vicinanza e sensibilità a tematiche concernenti la Persona e la sua dignità.

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta il 20 dicembre presso il Comando della Compagnia Carabinieri di Foligno alla presenza della presidente nazionale del Soroptimist International d’Italia, Patrizia Salmoiraghi, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Gaudenzio Bartolini, del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del Comandante della Compagnia Carabinieri di Foligno, capitano Angelo Zizzi, e del Comandante del reparto operativo, il tenente colonnello Carlo Sfacteria. Hanno partecipato anche molte autorità civili e militari, i Club vicini nonché i rappresentanti dei Club Service della Città. A suggellare il momento del taglio del nastro c’è stato l’intervento di monsignor Gualtiero Sigismondi, vescovo della città di Foligno, che ha proceduto alla solenne benedizione della stanza.
«Va sottolineato – dicono dal Soroptimist – il particolare impegno delle socie e di tutti gli attori di questo progetto, un ringraziamento va anche al Comune di Foligno e alle artiste che hanno donato le loro opere per arricchire con creatività le pareti della stanza.