Cucinelli: «Se fossi sindaco…». E Romizi gli ruba l’idea

Perugia, sette giorni per ripulire e riordinare la città: «La settimana della custodia»

PERUGIA – «Se mai mi candidassi alla carica, mi proporrei così: sindaco per sette giorni. Da lunedì a domenica, istituirei la settimana della custodia della città. Cinquecento persone che puliscono, mille che lavano. Sì potrebbe fare davvero, sapete? Magari in primavera…». Idea griffata Brunello Cucinelli e illustrata, a favore di taccuini e microfoni, lunedì, nel corso della conferenza organizzata per raccontare il progetto di restauro del teatro Morlacchi.

Di fianco all’imprenditore, il sindaco. Che dell’idea era già al corrente, ovviamente. E a cui l’idea, appunto, piace. Piace tantissimo. «Lo faremo. Poi vedremo chi ci seguirà. Ma il momento di provarci è proprio questo. Chiameremo a raccolta la cittadinanza, chiameremo a raccolta la città per abbellirla. Pulendo e riordinando. Chissà che poi l’iniziativa non si propaghi, non si diffonda per contagio. Il principio dell’emulazione ha funzionato in negativo in passato, può funzionare anche in positivo», le parole di Andrea Romizi.

Pulire e riordinare. «Perché vivere nell’ordine significa vivere in serenità», Cucinelli dixit. Una sorta di “trabalho voluntário” che da un lato gioverà al decoro dell’acropoli, dall’altro allo spirito civico degli abitanti della città. «Ne riparleremo», la promessa.