Conviene inviare il modulo per la dichiarazione prima che scatti la prima rata

Non hai il televisore e non vuoi pagare il canone Rai con l’addebito in bolletta? Allora conviene fare in fretta per presentare il modulo per l’esenzione.

Lo spiega l’Agenzia delle Entrate in merito all’autocertificazione di mancata detenzione dell’apparecchio televisivo, chiarendo come chi non ne è in possesso ha tempo fino al 31 gennaio 2018 per presentarla. Ma siccome la prima rata per il canone tv scatta già a partire dal prossimo gennaio, per evitare il primo addebito e di dover richiedere il rimborso, è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta).

La dichiarazione sostitutiva, come chiariscono le istruzioni pubblicate sul sito della Rai, può essere presentata:
• direttamente dal contribuente o dall’erede mediante una specifica applicazione web disponibile
sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate
dall’Agenzia delle entrate;
• avvalendosi di un intermediario abilitato ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del D.P.R. n. 322/1998.
La dichiarazione si considera presentata nella data risultante dalla ricevuta rilasciata in via telematica dall’Agenzia delle entrate.
Nei casi in cui non sia possibile la trasmissione telematica, la dichiarazione sostitutiva può anche essere spedita a mezzo del servizio postale in plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo:
Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.
La dichiarazione si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale.

Qui il modulo per ottenere l’esenzione:
http://www.canone.rai.it/dl/doc/2017/06/13/1497372363352_dich_sostmodgiugno2017.pdf