Altro furto in appartamento a Perugia, stavolta a San Sisto. Inquirenti al lavoro

PERUGIA – Evidentemente i ladri non aspettavano altro, che marito e moglie uscissero di casa e che, magari, non vi rientrassero per un po’. Giusto il tempo necessario a svaligiare l’appartamento. L’occasione gli si è presentata giovedì, quando i proprietari, una coppia di San Sisto, sono andati a cena a casa del figlio e hanno lasciato l’abitazione incustodita.

A movimentare la tranquilla serata in famiglia, l’amara scoperta. Che lascia stupiti per la sfacciataggine del gesto, compiuto non di notte e in una villetta isolata, ma di sera e in un condominio, quando e dove il pericolo di essere scoperti è maggiore. E che rialza l’asticella dell’attenzione sul tema dei furti in appartamento. Fenomeno odioso, che arreca danni materiali ma anche emotivi, che viola l’intimità degli spazi e fa perdere il sonno a chi lo subisce.

Tanto più in questo e in casi analoghi di cronaca recente, in cui il sospetto è che i ladri abbiano studiato i movimenti dei proprietari per pianificare i furti e colpire nel momento migliore. È successo pochi giorni fa a Castelvieto, quattro appartamenti sui sette totali di una palazzina svaligiati. Ed era successo, sempre a San Sisto, a giugno scorso, all’abitazione di un uomo uscito per cenare a una sagra. Sul caso di giovedì, intanto, prosegue il lavoro di indagine delle forze dell’ordine.