Umbria, 4 novembre: il programma della celebrazioni nelle principali città

Alzabandiera (foto di archivio)

Ecco come Perugia, Terni e Foligno festeggiano la giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate

Unità nazionale e Forze armate si celebrano oggi, si festeggiano oggi, 4 novembre, e riempiono di eventi la giornata delle principali città umbre.

PERUGIA – A Perugia le cerimonie ufficiali inizieranno a partire dalle 11, con l’alzabandiera e la deposizione di corone d’alloro al monumento ai Caduti presso l’Ara Pacis dei Giardini di via Masi da parte del Sindaco, del Prefetto e del Comandante del Comando militare esercito “Umbria”. Alle ore 12, poi, sarà consegnato il Premio Città di Perugia alla sala dei Notari.

Anche a Ponte San Giovanni si terrà la cerimonia in ricordo dei caduti, al monumento di via Ponte Vecchio. La cerimonia è organizzata e coordinata dal centro socio-culturale I Maggio: partenza alle ore 9.30 circa da piazza San Giovanni Battista del corteo composto dalle rappresentanze delle varie forze armate, dai cori degli Alpini e dei centri culturali e di circa trecento bambini delle scuole ponteggiane, insieme a insegnanti e genitori. Il corteo attraverserà via della Scuola e via Manzoni per raggiungere, alle 10.30 circa il monumento ai caduti dove alla cerimonia prenderanno parte anche il vicesindaco Urbano Barelli e la dirigente scolastica Ferretti.

Alle 18, infine, alla Chiesa di Santa Giuliana si terrà il concerto “Caporetto, un viaggio attraverso la memoria un secolo dopo” a cura di Agimus, con il patrocinio del Comune di Perugia, del Comando Militare Esercito Umbria, del Ministero dei Beni Culturali e Turismo, dell’Università per Stranieri di Perugia e del Club Alpino Italiano. Saranno il Coro Voci Nuove di Vena di Cadore, diretto dal Maestro Paolo De Lorenzo e il Coro Colle del Sole del Cai di Perugia, diretto dal Maestro Paolo Ciacci, con la presenza di Daniela Barra e Leandro Corbucci voci recitanti a intrattenere il pubblico con canti della tradizione alpina, canti di trincea e testimonianze letterarie. L’appuntamento è ad ingresso libero.

TERNI – A Terni, invece, le cerimonie avranno inizio alle ore 10, in piazza Briccialdi, ove avrà luogo l’alzabandiera e la deposizione delle corone d’alloro presso il Monumento ai Caduti. Le celebrazioni proseguiranno in Piazza della Repubblica con il passaggio in rassegna del Picchetto, delle Rappresentanze, dei Labari e dei Gonfaloni. Il prefetto della Provincia di Terni, Paolo De Biagi, procederà poi alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica. Seguirà la lettura del messaggio del Ministro della Difesa, della “Preghiera per la Patria” e di un brano commemorativo da parte di uno studente del Liceo Classico “G.C..Tacito” di Terni.

Nel corso della cerimonia saranno consegnate le onorificenze «Al Merito della Repubblica Italiana» alla presenza dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti: a Ercole Mattioli, Commendatore residente a Terni, a Lino Spadoni (GDR a riposo), Cavaliere residente a Terni, ad Arturo Baldo, Cavaliere residente a Terni, a Giuseppe Mearilli, Cavaliere residente ad Orvieto, a Fausto Gentili (VV.F.), Cavaliere residente a Narni, al Luogotenente CC Enrico Salotti, Cavaliere residente a San Gemini, e a Marilena Rossi, Cavaliere residente a Porano.

L’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni accompagnerà la celebrazione e concluderà la cerimonia con l’esecuzione di alcuni brani. Dalle ore 9:30 alle ore 13:00, inoltre, in Piazza dei Bambini e delle Bambine saranno allestiti stand espositivi di Forze Armate, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco e Croce Rossa Italiana.

FOLIGNO – A Foligno, infine, per iniziativa di Comune e del Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’esercito, alle 10.15, in piazza don Minzoni, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai caduti alla presenza del picchetto d’onore del Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’esercito. Alle 10,30, in sala consiliare, interverranno il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, e il comandante del centro di selezione e reclutamento nazionale dell’esercito, generale Emmanuele Servi. Successivamente verrà consegnata la Costituzione italiana e la bandiera ad una rappresentanza di studenti di 16 anni.