Al Liberati si decide tutto in soli tre minuti del secondo tempo. Sedici angoli e il rammarico di non aver concluso meglio i primi 45 sempre in attacco

TERNI – La Ternana Unicusano pareggia 1-1 con il Novara e racimola il quarto punto in quattro partite.

Penultimo posto insieme al Cesena e sopra l’Ascoli per una prestazione, spesso in attacco soprattutto nel primo tempo, che forse avrebbe meritato qualcosa in più, nonostante un rigore contro non concesso allo scadere (per un intervento di Vitiello su Chajia) e che ha fatto innervosire gli ospiti.
Il primo tempo si è aperto con Montalto pronto al gol già al primo minuto, fermato solo da Montipò in angolo: una determinazione non premiata dalla rete che è stata il copione di tutto il primo tempo. Ottimo Carretta che ci prova al 15′ e al 27′, ma la palla finisce sempre in angolo, che al novantesimo saranno addirittura 16. Il Novara prova a reagire al 36′ con Macheda che sbaglia clamorosamente.
Nel secondo tempo, poche novità fino al 29′ quando il Novara segna con Da Cruz servito da Moscati. È qui che la partita riprende di vigore e la Ternana, molto meno determinata del primo tempo, scatta d’orgoglio e risponde dopo soli tre minuti con Valjent di sinistro alle spalle di Montipò.