La Rete degli studenti medi Umbria denuncia la situazione del liceo Pontano-Sansi

Riceviamo e pubblichiamo

#Spoleto – A pochi giorni dallo sciopero, dopo una settimana senza energia elettrica e senza una lavagna per fare lezione da settembre, le studentesse, gli studenti ed i professori tornano a denunciare le condizioni in cui versano le strutture della loro scuola.
Dal terremoto che ha colpito la nostra regione lo scorso anno infatti la palestra del Liceo “Pontano-Sansi” non è agibile a causa di un’estesa crepa all’interno di essa con conseguente infiltrazione d’acqua.

A distanza di un anno ancora nulla è stato fatto per risolvere la situazione.

Per questo chiediamo con forza alla Provincia di Perugia​ ed alla Dirigente Scolastica di mettersi al lavoro per avviare al più presto una verifica dei danni, ancora non eseguita, e chiudere questo, ennesimo, triste capitolo dell’edilizia scolastica nella nostra regione.

«Da anni denunciamo la condizione degli istituti nella nostra regione – dichiara Luigi Leone Chiapparino​, coordinatore di Altrascuola – Rete degli studenti medi Umbria -. Per questo motivo, oltre ad essere presenti nelle scuole e denunciare i singoli casi, portiamo avanti una legge regionale sul diritto allo studio che prevede ingenti investimenti in materia di edilizia scolastica e manutenzione!».

Scuola e Università sono #inRosso!
Invertire la rotta è possibile, ma non possiamo più aspettare.