Scatta l’obbligo di montare gli pneumatici invernali. Ma quanto rischiano i trasgressori?

Multe salate per chi non si adegua. L’elenco completo delle strade umbre coperte dal vincolo

Inizia mercoledì 15 novembre e durerà fino al 15 aprile 2018 l’obbligo di montare pneumatici invernali o in alternativa viaggiare con catene a bordo, sulle principali strade umbre. La norma interessa tutti i mezzi a quattro ruote, e vale in pratica sull’intera rete stradale nazionale a eccezione della Valle d’Aosta, che ha anticipato l’obbligo al 15 ottobre.

Cosa rischiano i trasgressori? Una sanzione amministrativa che va da un minimo di 85 (59,50 euro per chi paga entro 5 giorni) a un massimo di 338 euro. Gli pneumatici con cui è possibile circolare sono quelli M+S (Mud+Snow) o “MS”, “M/S”, “M-S”, “M&S”, oltre alle gomme cosiddette “all seasons”.

«L’obbligo – ricorda Anas – è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale ed ha validità anche al di fuori dei periodi indicati, in caso di condizioni meteorologiche caratterizzate da precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio. L’ordinanza è stata emanata in attuazione delle norme che hanno modificato alcune disposizioni del Codice della Strada (Art. 1 della Legge 29 luglio 2010, n° 120 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”)».

Nel dettaglio, i tratti interessati sono:

  • strada statale 3 bis “Tiberina” (E45): per tutto il tratto umbro da Terni (km 0) al confine regionale con la Toscana;
  • raccordo autostradale “Perugia-Bettolle”: per tutto il tratto umbro da Ponte San Giovanni (km 58,470) al confine regionale con la Toscana (km 19,090), in provincia di Perugia;
  • la strada statale 675 “Umbro Laziale” per l’intero tratto umbro da San Carlo di Terni al confine laziale, in provincia di Terni;
  • strada statale 75 “Centrale Umbra” per l’intera estensione da Collestrada (innesto E45) a Foligno (innesto SS3 Flaminia), in provincia di Perugia;
  • strada statale 3 “Flaminia” in entrambe le province: dal confine con il Lazio (comune di Otricoli) a Terni (km 93,115) e da San Carlo di Terni (km 103,900) a Fossato di Vico/Innesto SS318 (km 192,800);
  • strada statale 77var “della Val di Chienti” (direttrice Foligno-Civitanova Marche): per tutto il tratto umbro da Foligno al confine con le Marche, in provincia di Perugia;
  • strada statale 318 e 318var “di Valfabbrica” (direttrice Perugia-Ancona): da Pianello a Fossato di Vico, in provincia di Perugia e strada statale 76 “della Val d’Esino” per il tratto di competenza a Osteria del Gatto, in provincia di Perugia;
  • strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre”: da San Giovanni di Baiano (km 70,100) al confine regionale con le Marche (km 7+396), in provincia di Perugia;
  • strada statale 219 “di Pian d’Assino”: da Branca di Gubbio (km 5,800) a Montecorona di Umbertide/innesto E45 (km 44,920);
  • strada statale 79 bis “Ternana” per l’intera estensione dallo svincolo Terni Est (innesto SS675) all’innesto sulla SS79, in provincia di Terni;
  • strada statale 79 “Ternana” dall’innesto con la SS79bis (km 21,232) al confine con la provincia di Rieti (km 19,010);
  • strada statale 73 bis “di Bocca Trabaria”: per tutto il tratto umbro da San Giustino al confine con le Marche (dal km 0,000 al km 16,804), in provincia di Perugia;
  • strada statale 205 “Amerina” da Baschi Scalo (km 45,800) a Orvieto Scalo/Innesto A1 (km 52,100);
  • strada statale 448 “di Baschi” da Baschi Scalo (km 0,000) a Ponte Rio di Tordi (km 25,440)