Perugia, i dieci anni e il (non) ricordo di Meredith Susanna Cara Kercher

Meredith Kercher

Oggi il decimo anniversario dell’omicidio della studentessa inglese uccisa in via della Pergola

PERUGIA – Sono passati dieci anni e un giorno dall’ultimo scatto del sorriso di Meredith Kercher. Ventidue anni e un vestito da Halloween. Negli occhi un futuro tutto da scrivere e invece finito sotto un piumone pieno di sangue.

Meredith è morta il primo novembre 2007 nella sua stanza del villino di via della Pergola, ancora oggi meta di curiosi. Ma la casa da tempo è stata ristrutturata e affittata e, forse, quanto accaduto quella notte di dieci anni fa è ormai solo un aneddoto da raccontare agli ospiti durante una cena.
Nessun ricordo, nessuna commemorazione. Nessun omaggio della città che la ospitò per il suo Erasmus. A ricordare la vittima di un omicidio efferato che le verità giudiziali hanno raccontato in modi diversi fino alla definitiva assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito e alla condanna a sedici anni di Rudy Guede.

La tomba di Meredith (foto foundagrave.com)
La tomba di Meredith (foto foundagrave.com)

La famiglia Kercher si stringerà nella consueta discrezione con un momento di raccoglimento privato nel cimitero Mitcham Road di Croydon, a sud di Londra, dove Mez è sepolta in mezzo a fiori e sassi bianchi.