Perugia, 700mila euro per l’edilizia scolastica: tre gli edifici interessati

Edilizia scolastica (Archivio)
Edilizia scolastica (Archivio)

Progetti di risanamento e riqualificazione approvati dalla giunta in via definitiva, su proposta dell’assessore Wagué

PERUGIA – La giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore Dramane Wagué, tre interventi di edilizia scolastica per un investimento complessivo di oltre 700mila euro. Si tratta dei progetti definitivi, rispettivamente, per interventi di risanamento della scuola primaria di Colle Umberto, per il risanamento della scuola dell’infanzia e primaria di Collestrada e per la riqualificazione della palestra scolastica territoriale di Castel del Piano.

Il primo intervento, per 273mila euro, consisterà nel risanamento conservativo, miglioramento sismico ed adeguamento normativo della scuola primaria di Colle Umberto, con lavori di rinforzo strutturali, apposizione di cappotto esterno per migliorare il comportamento dell’edificio dal punto di vista energetico e realizzazione di un wc attrezzato per disabili motori.

Il secondo intervento, per 250mila euro, riguarderà il risanamento conservativo, il miglioramento sismico e l’adeguamento normativo della scuola dell’infanzia e primaria di Collestrada, con realizzazione della copertura, ispessimento delle murature, posa in opera di catene metalliche per migliorare l’edificio dal punto di vista sia sismico che statico.

Il terzo intervento, per 180mila euro suddivisi in due lotti, sulla palestra scolastica territoriale di Castel del Piano consisterà nel risanamento conservativo della copertura, nell’adeguamento normativo dei locali che ospitano i servizi igienici, nell’irrigidimento degli infissi esterni e nel consolidamento delle tamponature in muratura.

«La qualità e la sicurezza nei luoghi di studio dei nostri figli – ha sottolineato l’assessore Dramane Wagué – è al centro dell’attività amministrativa della giunta Romizi. Dopo anni di incuria sulle scuole da parte delle passate Amministrazioni, con questo importante stanziamento, che supera i 700mila euro, la giunta ha inteso rispondere alle richieste formulate dalla cittadinanza, con l’obiettivo di dotare i quartieri di strutture sicure ed adeguate alle più recenti normative anche sotto il profilo sismico».