Perugia, è costata cara la passeggiata in centro a un tunisino: la polizia lo riconosce e lo insegue. È il settimo rimpatrio in pochi giorni

PERUGIA – Gli agenti della squadra volante lo hanno sorpreso a tarda sera mentre a piedi, in via Enrico dal Pozzo, si dirigeva verso il centro storico. Lo hanno riconosciuto per uno dei più attivi spacciatori che, negli ultimi periodi, si faceva vedere in giro solo la sera o la notte.

Anche lui ha notato i poliziotti e quando lo hanno fermato per chiedergli i documenti, ha tentato la fuga. Ma è stato raggiunto dopo un breve inseguimento, provando anche inutilmente a opporre resistenza. È stato quindi portato in questura dove gli agenti hanno avuto la conferma: l’uomo era una vecchia conoscenza, uno spacciatore tunisino più volte arrestato e che si era già sottratto al rimpatrio.

Dopo una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale è stato sottoposto a nuovo provvedimento di espulsione. Non essendo in possesso di un passaporto e data la sua pericolosità, è stato accompagnato a un Centro di identificazione ed espulsione per essere rimpatriato. È il settimo pregiudicato straniero allontanato dalla città, per essere condotto nel paese di origine, negli ultimi giorni.