Perugia, tunisino di 28 anni, beccato mentre cerca di rubare uno scooter in piazza Grimana, reagisce con violenza

PERUGIA – È stato sorpreso dalla Volante alle tre di notte nel tentativo di rubare uno scooter parcheggiato tra piazza Grimana e via Pinturicchio.

L’uomo, un cittadino tunisino di 28 anni, è stato bloccato dagli agenti ma fin da subito, in stato di alterazione, ha cercato di opporre resistenza tentando di sottrarsi al controllo. Ma è stato invece anche perquisito: addosso aveva un cacciavite, una pinza e un paio di forbici. Portato in questura per gli accertamenti, ha iniziato a dare in escandescenze, urlando prima insulti contro gli agenti e poi anche minacce di morte. Facendo presto seguire anche i fatti, sia aggredendo fisicamente gli agenti e poi tentando gesti autolesionistici.

Prima che i poliziotti riuscissero a immobilizzarlo, il 28enne è riuscito a colpire un ispettore con calci e sputi, provocandogli lievi contusioni medicate al pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni. Dagli accertamenti, intanto, sono emersi a suo carico precedenti rapina e spaccio di stupefacenti (reato, quest’ultimo, per il quale era già stato più volte arrestato dai carabinieri di Roma).

Arrestato per tentato furto aggravato, resistenza, minacce gravi e lesioni a pubblico ufficiale il tunisino, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato portato nel carcere di Capanne in attesa del rito direttissimo, previsto per la mattinata di mercoledì.