La Rocchetta contesta un danno all’immagine al conduttore che in Umbria ha girato Don Matteo

Un danno all’immagine da oltre due milioni di euro. È quanto chiede a Flavio Insinna la Cogedi International, distributrice del marchio Rocchetta, dopo il calo di fatturato e le proteste dei consumatori dovuti ai fuorionda in cui il presentatore di Affari Tuoi maltrattava una concorrente, i collaboratori e bestemmiava. Audio tirati fuori da Striscia la notizia e relativi anche ad alcune riunioni di lavoro, ma che il pubblico non ha perdonato al conduttore molto legato all’Umbria, avendo interpretato a lungo il capitano dei carabinieri Flavio Anceschi nella serie, all’epoca, girata a Gubbio “Don Matteo”.

Secondo Il Messaggero, la Cogedi ha chiesto un risarcimento di 2 milioni e 189mila euro per i danni d’immagine e la realizzazione di spot diventati inutilizzabili, più la restituzione dei 275mila euro percepiti ogni anno dallo showman per le pubblicità. Gli avvocati dello sponsor, anticipa il quotidiano di Roma, avrebbero già avviato le pratiche legali per l’arbitrato e tra i fatti contestati al conduttore c’è la violazione del contratto per i suoi «comportamenti contrari alla pubblica morale».