Tante segnalazioni riguardo a risse ed episodi intimidatori

PERUGIA – Fiera dei morti e baracconi: sinonimo di «traffico» e non solo. L’assonanza c’è, ed è evidente, anche con parcheggiatori abusivi. Nei giorni della fiera il fenomeno è arcinoto a Perugia. Si propaga di anno in anno e, di anno in anno, diventa sempre più radicato e difficile da contrastare.

Ne sanno qualcosa gli operai del Comune che mercoledì mattina, in una Pian di Massiano intasata di auto, hanno provato ad arginare il problema transennando e occupando, letteralmente, gli spazi altrimenti gestiti dagli abusivi. Ne sa qualcosa il nostro fotografo, Roberto Settonce, che raggiungendo la Fiera in auto, con la famiglia, ha fatto i conti con l’arroganza di quattro abusivi: indispettiti dalla macchina fotografica (peraltro non utilizzata in quel momento) i quattro uomini, apparentemente di origine africana, hanno circondato il veicolo e colpito il tettuccio con una manata, a scopo intimidatorio.

Non distante da lì, poco prima, stando a quanto raccontato da alcuni passanti, nei pressi di un noto bar della zona dei posteggiatori si sarebbero affrontati «a suon di transennate». Scaraventandosi contro, quindi, le grate mobili adoperate per convogliare il traffico. Forse una lite per questioni territoriali. Forse altro. Sicuramente il business (illegale) c’è, e fa gola a parecchi.