Avevano aggredito e scippato un giovane gualdese: presi

A individuare i due rapinatori sono stati i carabinieri di Gualdo Tadino: uno è stato espulso, l’altro invece è stato portato in carcere a Capanne

GUALDO TADINO (Perugia) – Chiuso il cerchio. Scoperti e arrestati dai carabinieri di Gualdo Tadino, i due aggressori del ragazzo gualdese che a luglio scorso era stato rapinato, derubato di una collana d’oro che in quel momento portava al collo.

La rapina era avvenuta in pieno centro storico, a Gualdo Tadino, con i due a sorprendere il ragazzo aggredendolo alle spalle. Pur senza testimoni oculari, grazie all’attività investigativa e alla conoscenza del territorio i carabinieri sono comunque riusciti a identificare i responsabili: entrambi marocchini, di 23 e 20 anni, soggetti non nuovi a simili episodi.

Le prove raccolte a loro carico, pienamente condivise dal pubblico ministero, hanno portato all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita nella mattinata di venerdì nei confronti di uno dei due, rintracciato a Fossato di Vico e condotto a Capanne. Il complice invece, già gravato da numerosissimi precedenti, era stato espulso dal territorio Italiano nel mese di settembre. I due soggetti erano stati più volte denunciati dai carabinieri per questioni di droga, reati contro la persona e per danneggiamento.