Al volante ubriachi oppure drogati, oppure con l’auto sotto sequestro: maxi controlli dei carabinieri

Controlli dei carabinieri
Controlli dei carabinieri. Archivio (foto Settonce, riproduzione riservata)

Patenti ritirate e denunce a raffica. Nei guai anche una 39enne assisana, abituata a bere senza pagare nei bar di Assisi

ASSISI (Perugia) – Ben 166 le persone, 6 locali pubblici e 121 automezzi controllati. È il bilancio delle operazioni svolte dai carabinieri della Compagnia di Assisi nei comuni di Bastia Umbra, Bettona, Torgiano, Valfabbrica e, appunto, Assisi.

Il massiccio impiego di mezzi, 11, e uomini, 24 più i militari della Sos (Squadra operativa di supporto) del 4° Battaglione Veneto, ha dato i suoi frutti. Anche perché i controlli si sono concentrati nelle più importanti arterie stradali e nei luoghi maggiormente frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti del territorio.

Un cittadino albanese di 43 anni, residente a Bastia Umbra, è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione domiciliare per maltrattamenti in famiglia. Un 25enne italiano (di Marsciano) e un 30enne marocchino sono stati denunciati, con tanto di ritiro della patente, per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche. Denunciati invece per spaccio di sostanze stupefacenti due albanesi, un 21enne, sorpreso a cedere cocaina a due giovani assisani, e un 32enne, beccato a consegnare lo stesso tipo di droga a due ragazzi di Marsciano e Tavernelle. Un 35enne italiano di origini campane è stato invece deferito all’autorità giudiziaria perché fermato alla guida di un’auto sottoposta a sequestro.

Tra i denunciati anche un 38enne albanese per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e immigrazione clandestina, un 32enne marocchino e un 32enne ucraino per omessa esibizione di documenti identificati, e un 65enne italiano, perugino, per aver lasciato incustodito il proprio fucile da caccia e relative munizioni all’interno della propria autovettura. Curioso, poi, il caso di una 39enne assisana che i militari hanno denunciato per insolvenza fraudolenta e furto aggravato per aver, in più occasioni, consumato senza pagare bevande alcoliche in locali pubblici di Petrignano di Assisi e per avere, in una di queste, asportato bottiglie di birra per poi dileguarsi nelle vie limitrofe. Sono stati inoltre segnalati alla prefettura sei giovani, sorpresi a comprare e assumere cocaina, marijuana e hashish.