Aggredisce la polizia e non vuol dire chi è, arrestato

Un arresto della polizia. Rpertorio
Un arresto della polizia. Rpertorio

Assisi, calci e pugni agli agenti: per farlo calmare è stato necessario chiamare in supporto una pattuglia dei carabinieri

ASSISI (Perugia) – Ha aggredito gli agenti e non ha voluto dire chi fosse. Per questo motivo, giovedì sera, gli uomini del commissariato di Assisi hanno arrestato un cittadino marocchino 36enne, accusato di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

L’uomo è stato rintracciato verso le 20:30 a seguito della richiesta di intervento da parte del responsabile di un supermercato di Santa Maria degli Angeli, che aveva sorpreso uno straniero mentre occultava generi alimentari sotto la giacca. L’uomo, una volta scoperto, aveva abbandonato la refurtiva fuggendo poco prima dell’intervento della pattuglia.
Ma all’arrivo della volante i poliziotti hanno rintracciato altri soggetti ancora presenti nell’esercizio commerciale, che presumibilmente erano in compagnia dell’autore del furto, e li hanno controllati. Uno di loro, che agli agenti è apparso in stato di alterazione alcoolica e, verosimilmente, anche da stupefacenti, si è rifiutato di fornire le proprie generalità e ha reagito aggredendo, prima verbalmente, gli agenti.

Ma alle parole ha fatto poi seguire i fatti, iniziando a colpire gli agenti con calci e spinte per tentare di sottrarsi al controllo. Ne è nata una colluttazione e, per riuscire a riportare lo straniero alla calma e farlo salire in macchina, è stato necessario l’intervento in ausilio di una pattuglia dell’Arma dei carabinieri.
Condotto in commissariato, il cittadino marocchino è stato compiutamente identificato e a suo carico sono emersi precedenti per reati contro il patrimonio, lesioni personali, occupazione di edifici ma anche resistenza a pubblico ufficiale.

Dopo essere stato trattenuto nelle camere di sicurezza della questura, il giudice ha convalidato il suo arresto e allo straniero è stata applicata la misura del foglio di via da Assisi.
Per le lesioni riportate, due poliziotti sono ricorsi alle cure del pronto soccorso dal quale sono stati dimessi con prognosi di 4 giorni ciascuno.