Ad Assisi: l’uomo è stato sorpreso dai carabinieri mentre girovagava con fare sospetto nella zona industriale del comune serafico

ASSISI (Perugia) – Aveva lasciato il carcere di Perugia, dov’era detenuto per reati contro il patrimonio, soltanto il pomeriggio prima e nel giro di 24 ore è finito nuovamente in manette. È quanto accaduto a un pregiudicato romagnolo, arrestato dai carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Assisi, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Perugia.

Il ventenne, originario di Forlì, è stato sorpreso dai militari mentre girovagava, con fare sospetto nella zona industriale di Assisi. Inottemperante all’ordine del gip che ne aveva disposto l’obbligo di dimora nel comune di Forlì, il giovane ha cercato di evitare di essere identificato. Così, al momento del controllo ha reagito scagliandosi contro i carabinieri per poi tentare la fuga. Il ragazzo è stato però raggiunto e bloccato dai militari, che lo hanno portato in caserma dov’è stato nuovamente arrestato in esecuzione dell’ordinanza emessa dallo stesso giudice. Revocato il provvedimento dell’obbligo di dimora nel comune emiliano, il giovane è stato quindi sottoposto alla misura cautelare carceraria.