L’episodio è avvenuto in un locale di Gualdo Tadino. A far scattare l’allarme la cassiera, dopo essersi accorta del raggiro

GUALDO TADINO (Perugia) – Sono entrati in una pizzeria con disinvoltura e dopo aver chiesto un pezzo di pizza del valore di poco più di un euro hanno pagato con una banconota falsa da 50 euro. E’ quanto accaduto negli scorsi giorni a Gualdo Tadino.

Protagonisti due ventenni originari dell’est Europa, di cui uno residente a Gubbio e l’altro proprio nel comune gualdese. La coppia è riuscita inizialmente a trarre in inganno la cassiera, che ha così restituito ai giovani 49 euro, salvo rendersi conto poco dopo di esser stata raggirata. Immediata la chiamata al 112. Giunti sul posto, i carabinieri della locale stazione hanno raccolto la testimonianza della donna e di altri testimoni. Ed è stato proprio grazie alla descrizione fatta dalla vittima del raggiro che i miliari sono riusciti ad identificare gli autori del reato. Denunciati, i due giovani dovranno ora rispondere di svendita di banconote false. A carico del ventenne residente a Gubbio, inoltre, è stata avanzata la proposta di foglio di via obbligatorio dal comune di Gualdo.