Norcia, l’urlo della terra: un anno fa la scossa, oggi il ricordo (gallery)

Norcia scossa dal terremoto del 2016 (foto Settonce, riproduzione riservata)
Norcia scossa dal terremoto del 2016 (foto Settonce, riproduzione riservata)

Prima il raccoglimento e la preghiera in piazza San Benedetto, quindi il saluto istituzionale e la proiezione di videoreportage

NORCIA – Esattamente un anno fa: l’urlo della terra. Il terremoto più violento registrato in Italia dopo il 1980, dopo la scossa che squarciò Irpinia e Basilicata. Gli orologi battevano le 7.40 quando l’Appennino ha iniziato a tremare. Alcuni, quelli a muro, o sui comodini delle case di Norcia, si sono fermati lì: intrappolati nel tempo e nei crolli causati dal sisma. Non i nursini: loro sono riusciti, tutti, a evacuare le abitazioni e a mettersi in salvo. Dopo 112 interminabili secondi il sisma non si era lasciato alle spalle nessuna vittima. Solo feriti, immediatamente raggiunti dai soccorsi, ed edifici crollati.

Le storie della Valnerina in un libro

Marini ai soccorritori: «Profonda riconoscenza»

Porzi: «Sistema Umbria al fianco dei territori colpiti»

Lunedì mattina, oggi, Norcia e l’Umbria si stanno stringendo nel ricordo di quegli attimi di inferno. Alle 7.40 in piazza San Benedetto, dopo un momento di raccoglimento e preghiera con l’arcivescovo e i monaci, il sindaco ha ringraziato i corpi e le forze armate che hanno operato a Norcia. Alle 11 il saluto delle istituzioni, presenti il capo dipartimento di protezione civile Angelo Borrelli e di Fabrizio Curcio, il commissario per la ricostruzione, l’onorevole Paola De Micheli e Vasco Errani, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. Durante gli interventi saranno proiettati video reportage, riguardanti l’anno del sisma. Alle 16, nel centro polivalente di Norcia, si terrà invece una tavola rotonda dal tema “I media raccontano il terremoto”, con contributi degli inviati che hanno seguito il terremoto in questo anno di emergenza. Modererà Marco Mazzoni, presidente del Corecom regionale; presente, tra gli altri, il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria, Roberto Conticelli.