Presentata la stagione di prosa 2017/2018 promossa dal Comune e dal Teatro Stabile

FOLIGNO – Opere di un certo impegno sociale ma anche spettacoli, scritti da nuovi autori, con la presenza, fra gli altri interpreti, di Ascanio Celestini, Ottavia Piccolo e Paola Gassman: è quanto verrà proposto dalla stagione di prosa 2017/2018 promossa da Comune di Foligno e Teatro Stabile dell’Umbria con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

Si parte con “La cena dei cretini” (sabato 25 novembre al Politeama Clarici), un classico comico della commedia francese con Nicola Pistoia e Paolo Triestino. Dal mercoledì 6 dicembre a venerdì 8 dicembre allo Spazio Zut, “Todi is a small town in the center of Italy” che descrive la vita in provincia. Una storia di emigrazione, sulla rotta dei Balcani, viene raccontata nello spettacolo “Occident express” di venerdì 19 gennaio al Politeama Clarici, con Ottavia Piccolo. Fuori abbonamento e inserito nel circuito “Umbria Danza” è lo spettacolo “R.osa” (domenica 4 febbraio allo Spazio Zut) di Silvia Gribaudi con Claudia Marsicano che propone nuovi virtuosismi di danza. “Il giuramento” (mercoledì 7 febbraio al Politeama Clarici) di Claudio Fava con Ninni Bruschetta ricorda la storia di un docente universitario durante il fascismo.

“La giara” (martedì 27 febbraio al Politeama Clarici) è un balletto ispirato all’omonima novella di Luigi Pirandello, una produzione “Balletto del Sud”. Il nuovo spettacolo di Ascanio Celestini si chiama “Pueblo” (venerdì 16 marzo al Politeama Clarici) dove si racconta una storia vista dal particolare osservatorio di una cassiera di un supermercato. La stagione di prosa si conclude con “Tutte a casa” (martedì 27 marzo al Politeama Clarici), una vicenda interpretata da cinque donne, tra cui Paola Gassman, durante la prima guerra mondiale.

Per informazioni, www.teatrostabile.umbria.it