È arrivato il momento di cambiare pc: cosa valutare per decidere al meglio?

Un’elevata qualità delle componenti hardware allungherà la ‘vita’ del vostro computer. Ma anche l’assistenza è importante…

La rapida obsolescenza delle apparecchiature informatiche e il continuo aggiornamento con nuovi modelli, nuove versioni dei sistemi operativi, nuovi software, nuove architetture e nuovi standards, fa in modo che anche computer non troppo datati siano quasi inutilizzabili perché ormai lenti con i programmi più recenti. Fare una valutazione per decidere circa l’acquisto di un PC bisogna individuare l’utilizzo prevalente che si intende farne, giacché diversi PC con caratteristiche anche molto difformi tra di loro si adatteranno meglio a un uso piuttosto che a un altro.

Ma è anche bene chiarire una cosa: maggiori sono la qualità e l’attualità delle componenti all’interno del computer, maggiore sarà la sua longevità. I computer più costosi, quelli che hanno un hardware di buona qualità, un processore multicore bello veloce, supportano alte quantità di RAM e magari montano un disco SSD per il sistema operativo e un buon HDD per l’archiviazione dati, tenderanno ad essere obsoleti più lentamente rispetto ai computer più economici della stessa epoca. Proprio in virtù della qualità dei componenti e delle dotazioni tecniche attraverso cui questi apparecchi riescono a sopportare carichi di lavoro maggiori.

Apparecchi come netbook economici e apparecchi di fascia bassa andranno bene per navigare in internet e per l’office, ma non per compiti più pesanti. Un altro punto importante che spesso sfugge alla valutazione è l’esistenza di un valido supporto clienti e la copertura nella zona in cui abitiamo di centri di assistenza tecnica. Purtroppo è ben conosciuta la possibilità di guasti o avarie e poter contare su garanzia e assistenza tecnica spesso fa la differenza, specialmente per chi debba usare il PC per motivi professionali.