Gli incisivi non smettono mai di crescere, perciò è importante fornire al nostro amico gli strumenti necessari a controllarne l’allungamento

I conigli hanno una peculiarità circa i denti, ovvero sono caratterizzati da una crescita continua degli incisivi, i due denti frontali tipicamente più lunghi. Per evitare una crescita anomala che può avere ripercussioni patologiche sulla bocca e sulle gengive, si può dare al coniglio il cosiddetto osso di seppia che lo aiuterà ad accorciare questi denti per effetto del rosicchiamento costante. In alternativa può essergli somministrata una dieta adatta che aiuti a non far crescere eccessivamente gli incisivi. La dieta del coniglio, infatti, ha degli effetti diretti sullo sviluppo dei denti oltre che sulla sua salute in generale.

Perché i denti del coniglio tendano a rimanere di una lunghezza più o meno costante devono essere alimentati con pellet apposito e fieno. In particolare quest’ultimo richiede una lunga masticazione per poter essere ingerito e digerito adeguatamente, di conseguenza le fibre in esso contenuto portano ad una corretta usure degli incisivi.
Alimentare invece il coniglio solo con cibi freschi, verdure ed insalate a lungo termine porta ad una crescita eccessiva dei denti che possono allungarsi fino a lesionare le gengive ed impedire la masticazione. Per il dolore i conigli possono anche smettere di alimentarsi e morire di inedia in poco tempo. In alternativa anche un veterinario può accorciare i denti con apposite tronchesi.