Non basta una doppietta di Di Carmine per archiviare con successo la pratica. Pr i padroni di casa fa quasi tutto Paulinho

CREMONA – Termina sul 3-3 la prima uscita del nuovo tecnico, Breda, sulla panchina del Perugia. Trasferta in altalena per i biancorossi. Perché il Grifo va avanti una volta, due, tre. Ma i padroni di casa recuperano una volta, due, tre. Con Paulinho protagonista assoluto.

Grifo in vantaggio con Dossena (22’pt). A propiziare il pareggio, appena otto minuti più tardi, sono un cross di Piccolo, la malizia di Paulinho e la disattenzione di Zanon (30’pt), che di testa infila il proprio portiere per l’1-1. Di Carmine (3’st), servito da Pajac, rimette avanti il muso dei suoi finalizzando un contropiede. Poi la bella torsione di Paulinho (27’st), stop e girata vincente per il nuovo, temporaneo equilibrio. Neppure dieci minuti e Di Carmine (36’st) fa il bis, sotto misura. Infine la beffa. Il rigore che consente a Paulinho (41’st), ancora, per l’ultima e decisiva volta, di riagganciare il Perugia.

Cremonese-Perugia 3-3 (foto Settonce, riproduzione riservate)
Cremonese-Perugia 3-3 (foto Settonce, riproduzione riservate)