Chiesto per loro anche il divieto di ritorno nel comune di Nocera. Hanno dai 17 ai 35 anni e arrivavano da mezza Italia

NOCERA UMBRA (Perugia) – Per molti dei partecipanti, è finito male il rave party organizzato tra il 2 e il 4 giugno scorso sul monte Pennino. I carabinieri hanno denunciato in tutto 48 persone di età compresa tra i 17 e i 35 anni: umbri e non solo, alcuni erano arrivati da Lazio, Toscana, Marche, Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.

L’ipotesi di reato è invasione di terreni e deturpamento di bellezze naturali. Per i denunciati è stato anche richiesto il divieto di ritorno nel comune di Nocera Umbra. Secondo i militari dell’Arma, i partecipanti del rave party si erano radunati in prossimità della vetta del monte – un’area di particolare interesse agricolo, elevato valore naturalistico ed ambientale – senza alcuna autorizzazione.