Malattie del pelo del gatto: l’alopecia. Come prevenirla e come curarla

Alopecia felina

Le cause possono essere numerose e variegate. Monitorare l’aspetto del nostro amico a quattro zampe è fondamentale

Uno dei motivi più comuni per i quali il gatto viene sottoposto a visite veterinarie è proprio quello di individuare, quanto prima possibile, eventuali malattie del pelo. Ma quali sono le più comuni e come vengono si possono prevenire e curare? In cima alla lista c’è senza dubbio l’alopecia. Che il gatto tenda a perdere i peli è del tutto normale, si tratta di peli morti. Non è normale, però, se la caduta si verifica a chiazze o se a questa si accompagna un repentino cambiamento di colore del manto.

Le cause possono essere molteplici, tra le più comuni ricordiamo: l’allergia alimentare, il gatto è intollerante a determinati cibi; la dermatite atopica, questa può essere dovuta ad allergie agli acari, alla pelle umana/di cani e gatti o pollini; l’allergia al morso delle pulci, da prevenire con la regolare applicazione di prodotti specifici, reperibili in farmacia o nei negozi di animali; la rogna, può essere notoedrica (può colpire la testa e il corpo del gatto) od otodettica (riguarda le orecchie del gatto); una carenza vitaminica, il gatto non segue una dieta adeguata. Per scongiurare il verificarsi di perdita del pelo, è necessario monitorare costantemente l’aspetto dell’amico a quattro zampe, consultare un veterinario per farsi consigliare una dieta adeguata ed evitare di sottoporlo a situazioni di pericolo come stress o ambienti poco puliti.