In piazza 7mila persone per festeggiare la patrona della città

MONTEFALCO – Una preghiera speciale per Norcia e la sua gente, colpita dal terremoto. Speciale, perché a pronunciarla sono state – nel giorno loro più caro, quello della festa della patrona della città di Montefalco – le suore del monastero di Santa Chiara della Croce.

Alle celebrazioni, giovedì 17 agosto, è stato invitato anche il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, che ha donato l’olio per la lampada votiva che rende omaggio perenne alla Santa.  «L’invito a donare l’olio per la lampada – ha dichiarato la sindaca di Montefalco, Donatella Tesei – non è stato rivolto soltanto alla città di Norcia come istituzione, ma a tutta la comunità per dimostrare la nostra vicinanza alla popolazione colpita dal terremoto».

A presiedere le celebrazioni sono stati il vescovo di Massa Marittima e Piombino, Carlo Ciattini, i parroci di Montefalco e Norcia e numerosi sacerdoti del territorio. Le iniziative per rendere omaggio a Santa Chiara sono proseguite nella serata in piazza del Comune con il musical “Tutti i colori del cuore”, uno spettacolo musicale ideato da Agape Musical, con numerosi partecipanti. Si stima che nella giornata di giovedì 17 agosto la patrona della città Santa Chiara della Croce sia stata festeggiata da un numero record: 7mila persone.